Manolas: “Daró tutto per questa maglia, accoglienza fantastica!”, Mertens ed Insigne: “James il benvenuto”

Conferenza con i tifosi per il capitano del Napoli Lorenzo Insigne, Dries Mertens ed il nuovo acquisto Kostas Manolas. I calciatori azzurri si sono messi a disposizione dei sostenitori partenopei rispondendo a numerose domande: Manolas, quali differenze ci sono tra Roma e Napoli?"Ho trovato un clima molto familiare con il Napoli. Ho incontrato Lorenzo, il capitano, che mi ha accolto molto bene e lo ringrazio. Vedo una squadra molto organizzato. Perchè sono andato via dalla Roma? Non ve lo dirò, è una cosa mia personale. Gol contro il Barcellona? Lo ricordo e voglio rifarlo...".

Per Insigne, James può mettere in difficoltà gli attaccanti?"I campioni sono sempre benvenuti, l'importante è centrare l'obiettivo tutti insieme!", interviene anche Mertens: "Dobbiamo puntare sempre ad un livello più alto, James sarebbe il benvenuto!". 

Per Manolasqual è il giocatore del Napoli che ti ha messo più in difficoltà? "Al San Paolo penso nessuno, all'Olimpico Dries quando ha messo la doppietta". 

Mertens sul record di Hamsik: “Già giocare per il Napoli è un sogno, ma battere il record di Maradona già sarebbe un sogno, fare più gol ancora di più! Voglio firmare e restare per battere altri record e fare di più!". 

Per Insigne, senti la responsabilità di essere il capitano ed un esempio? "Anche senza la fascia, quando era capitano Marek, ho sempre aiutato i compagni e lo farò sempre. Le parole del presidente le ho interpretate nel modo migliore, per dare il 100% il prossimo anno!".

Per Mertens: è vero che chi parla male di Insigne lo fa per invidia, e chi dice che è più bello di lui lo fa perchè si trucca? "Io gli voglio bene!".

Per Manolas: cosa pensi di Ancelotti?"Non ci sono parole, solo quello che ha vinto può dire tante cose. Questi sono i primi giorni che l'ho incontrato, è stato gentile e mi ha accolto benissimo, farò di tutto per la squadra e raggiungere gli obiettivi che sono alti".

Per Insigne: quando lo vinciamo lo Scudetto?"La palla magica non ce l'ho! (ride, ndr). Quest'anno come gli altri anni cercheremo di essere competitivi fino alla fine".

Per Manolas: concordi nel dire che tu e Koulibaly siete i più forti centrali del campionato?"Questo lo dirà il campo, non possiamo dirlo adesso, il campo è lo specchio per tutti i giocatori, in campo dobbiamo dare sempre il massimo".

Per Mertens: qual'è il gol più bello con la maglia del Napoli? "Ce ne sono tanti, visto che c'è Manolas qua dico quello contro la Roma. Hanno detto che sono andato a pisciare sulla bandierina ma non è vero, l'esultanza è perchè io amo i cani".

Per Mertens: perchè ti chiamano Ciro?"Nemmeno io l'ho capito (ride, ndr).

Per Manolas: come ti sei sentito quando ti ha chiamato il Napoli?"La prima chiamata l'ha fatta il mio agente. Non ho mai avuto dubbi, sono sicuro sarà la miglior decisione che potevo prendere".

Per Mertens: cosa provi quanto tutti ti chiamano Ciro? "Questo è il mio settimo anno, mi sono sentito subito a casa, sono contento di avere questo nome".

Interviene Manolas:"Darò tutto per questa maglia, sono contento dell'accoglienza".

Per Manolas: come ti senti al fianco di Koulibaly?"Ho sempre detto che Kalidou è un difensore molto forte, non lo conosco ma si vede che è un ragazzo umile con tanta qualità. Spero ci troveremo bene insieme, sono sicuro che possiamo fare grandi cose, lo aspetto qui".

Per Insigne: quanto conta mischiare ambizione ed umiltà? "Conta tanto, ho sempre fatto tanto per dare il massimo per questa squadra".

Per Insigne: vogliamo una promessa, la vittoria dello Scudetto. "Già l'ho detto prima, ce la metteremo tutta per arrivare a questo traguardo".

Per Insigne: cosa ne pensi di Sarri alla Juve? "Già ho espresso il mio pensiero in una conferenza in nazionale. Per noi napoletani è un tradimento, adesso dobbiamo pensare a noi e cercare in tutti i modi di batterlo".

Per Insigne: quanto conta mischiare ambizione ed umiltà? "Conta tanto, ho sempre fatto tanto per dare il massimo per questa squadra".

Per Insigne: vogliamo una promessa, la vittoria dello Scudetto. "Già l'ho detto prima, ce la metteremo tutta per arrivare a questo traguardo".

Per Manolas: cosa significa arrivare dopo Albiol? "Lui è stato un giocatore internazionale con tante esperienza, giocatore importante, sono pronto per sostituirlo, non ho mai avuto paura di sostituire nessuno, anche a Roma doveva sostituire Benatia e si parlava di lui, sono nato pronto e lo farò vedere in campo".

Per Manolas: come ti senti al fianco di Koulibaly?"Ho sempre detto che Kalidou è un difensore molto forte, non lo conosco ma si vede che è un ragazzo umile con tanta qualità. Spero ci troveremo bene insieme, sono sicuro che possiamo fare grandi cose, lo aspetto qui".

Per Insigne: perchè giochi meglio in nazionale?"Ma è una domanda o un attacco? Io gioco sempre uguale, non vedo differenza. Magari in nazionale gioco in un altro modo e più a mio agio, ma darò sempre il massimo con la maglia del Napoli".

Per Mertens: qual è la stata la partita più bella che hai giocato?"La partita più bella è difficile, bisogna pensarci bene. Penso l'anno scorso a Roma (ride, ndr)".

Per Insigne: hai mai pensato di andare all'estero e via da Napoli? "Per ora no, sono giovane e sto bene a Napoli, sperò di rimanere a vita a Napoli!".

Per Mertens: l'anno prossimo puoi vincere la classifica cannonieri? "Non posso fare la promessa, ma posso promettere che proverò, anche a vincere lo Scudetto con la squadra!".

Ancelotti fa una domanda ad Ancelotti: com'è che ti trovi meglio in nazionale con un modulo diverso?"E' sempre colpa dell'allenatore! (ride, ndr)".

Interviene Mertens:"Sento parlare solo di Koulialy e Manolas, ma abbiamo anche altri difensori, Chiriches, Maksimovic, Tonelli".

Per Manolas: cosa significa giocare con il difensore più forte del mondo?"Koulibaly è un grandissimo difensore, sicuramente posso migliorare  e anche lui può migliorare affianco a me per raggiungere gli obiettivi del Napoli".

Per Manolas: l'avversario più forte che hai trovato in carriera: "Ibrahomovic!". Risponde anche Insigne:"Koulibaly in allenamento!", poi anche Mertens:"Sicuramente Manolas con la Roma!".

Per Mertens: quanto credi in te stesso e nella squadra?"Ho sempre creduto in me, ogni persona deve credere in se stessa, ma credo anche nella squadra. Abbiamo perso un gran giocatore come Albiol ma per fortuna abbiamo preso Manolas, ma penso che dobbiamo prendere anche altri giocatori per alzare il livello. Se vogliamo vincere qualcosa dobbiamo alzare ancora il livello, ci sta!".

Per Mertens: l'anno prossimo puoi vincere la classifica cannonieri? "Non posso fare la promessa, ma posso promettere che proverò, anche a vincere lo Scudetto con la squadra!".

Per Insigne: cosa provi ad essere il mito del Napoli? "Provo una grande emozione, è il sogno di tutti i bambini napoletani essere il capitano del Napoli. Sono molto orgoglioso e spero di portare in alto il Napoli".

Per Mertens: cosa daresti per vincere lo Scudetto?"Il mio corpo! Stiamo provando tutto, il secondo posto lo so che non va bene, per noi è anche un trofeo perchè stiamo facendo di tutto, dobbiamo essere fieri di essere qui".

Per Insigne: un pregio e difetto di Sarri, un pregio e difetto di Ancelotti."Il difetto di Ancelotti è il modulo nei miei confronti (ride, ndr). Scherzo, il pregio del mister Ancelotti è che un grande signore, si comporta bene con tutti, poi non ho ancora trovato un difetto. Di Sarri non mi va di parlare visto che è andato alla Juve".

Per Mertens: cosa pensavi di Napoli prima di arrivare?"Ero già venuto con Utrecht, già ero innamorato! Per fortuna mi hanno chiamato e non ci ho pensato un secondo".Risponde anche Manolas: "Vedendo il Napoli come esprime il suo calcio mi è piaciuto molto, quando lo incontravo come avversario era un avversario difficile da affrontare, sono venuto qui per vederlo da vicino e provare ad entrare in questo gioco".

Dislike non mi piace
0
  • Commenti

0 Comments:

Calciomercato

Le Opinioni

Serie A

Scroll to Top