Le pagelle di Napoli-Udinese, il San Paolo dà il benvenuto a Gabbiadini

Rafael 5: che sia in uscita alta o bassa non c'è niente da fare. Addirittura ora inizia ad uscire quando non deve, a che punto vogliamo arrivare? Tra i pali di sciocchezze non ne fa molte (vedi la parata sul tiro di Allan) ma non si può sempre inficiare in maniera negativa una partita per errori individuali.
 
Ghoulam 6: compitino. Sicuramente la Coppa d'Africa gli ha tolto un po' di energie e questo lo fa arrivare stanco in qualche occasione nella trequarti avversaria.
 
Albiol 6.5: tiene botta e ci mette una pezza là dove può, comincia a garantire un po' più di protezione alla sua area.
 
Britos 5.5: qualche responsabilità sul gol dell'Udinese anche lui ce l'ha, minime in confronto a quelle di Rafael. Rappresenta sempre una discreta alternativa ma deve rimanere tale.
 
Maggio 6: sta ritrovando la forma ma la gamba non è più quella di una volta. Non fa mancare mai il suo apporto in fase di non possesso, qualcosina in meno in fase offensiva.
 
Gargano 6.5: corre, lotta e recupera palloni ormai da inizio campionato. I polmoni sono d'acciaio e questo è consolidato, il suo lavoro è praticamente indispensabile per gli equilibri della squadra. Sost. all'82' da Jorginho s.v.: pochi i dieci minuti in cui si è visto giocare.
 
Inler 6.5: una buona gestione della palla da parte dello svizzero. A parte quel quarto d'ora successivo alla rete bianconera, sbaglia  poco in impostazione dettando bene i detta i tempi del centrocampo.
 
Hamsik 6.5: la palla per Gabbiadini è una forma d'arte. E' un po' che lo diciamo, Marechiaro sta tornando e in campo la sua qualità si fa sentire. Tatticamente sempre presente e finalmente è cresciuto in personalità, non ha paura di tenere palla e giocarla come sa.
 
Gabbiadini 7: la prima gioia al San Paolo non si scorda mai. Il lavoro che gli richiede Benitez in fase difensiva è molto impegnativo ma questo dovrà assimilarlo col tempo. In fase realizzativa si conferma prolifico e anche con ottimi tempi d'inserimento. Sost. al 55' da Callejon 6: sempre presente anche quando parte dalla panchina, crea più di un problema a Pasquale sulla fascia.
 
Mertens 7: anche lui è tornato. Dopo un lungo periodo in cui i tifosi hanno visto solo la controfigura del belga finalmente al San Paolo si è rivisto il giocatore che tutti apprezzavano. Ha dato l'anima in campo senza far mancare il suo appoggio in zona gol, l'intesa con il pipita non è scemata. Sost. al 67' da de Guzman 6: il solito gol mangiato ormai è routine ma a Napoli ci hanno fatto l'abitudine, il fase di non possesso è praticamente un centrocampista a tutti gli effetti.
 
Higuain 6: sua la palla del gol del vantaggio, ma con la gara che si è messa subito in discesa gli azzurri hanno pensato più a difendere che ad attaccare e l'argentino è stato chiamato poco in causa.
 
Benitez 6.5: quarta vittoria consecutiva in campionato, questi sono i risultati utili consecutivi di cui la gente vuole sentir parlare. Sa che la Roma non è uscita dalla crisi e che qualche punto ancora lo perderà, l'importante è rimanere lì pronti ad approfittarne.
 
Twitter: @LeonardoVivard

Dislike non mi piace
0

Calciomercato

Le Opinioni

Serie A

Concept & Web Development
SmartBrand srl
Scroll to Top