Ancelotti: “Vorrei tanta gente allo stadio, la Coppa Italia è importante! Allan non partirà, può partire solo Rog in prestito. Cori goliardici? Non c'è stato nulla da ridere a San Siro!”

Il tecnico azzurro Carlo Ancelotti, è intervenuto nella conferenza stampa di presentazione della gara tra Napoli e Sassuolo, valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia.

Il tecnico è ritornato su quanto accaduto a San Siro contro l'Inter, rispondendo anche alle dichiarazioni del ministro Salvini, il quale aveva definito i cori come “goliardici”:

“Sembra che il problema sia solo del Napoli, ma in realtà è di tutto il calcio italiano. Il Napoli a San Siro ha vissuto un momento tutt'altro che goliardico, quindi non ci vedo nulla da ridere. Non abbiamo alcuna pretesa, se non che venga rispettato il protocollo. Non abbiamo mai parlato di sospensione, ma di abbandono temporaneo del terreno di gioco, come da protocollo.

Sulla questione di Allan e sul mercato di gennaio:

“Allan non partirà e dunque non temo di perderlo. La volontà del club è di rimanere competitiva come negli ultimi anni e nel mercato di gennaio c'è in programma solo una cessione in prestito per sfoltire la rosa in modo tale che non sia troppo larga per la gestione degli allenamenti. Allan domani non giocherà poiché ha un permesso, così come Ospina, ma il mercato non c'entra nulla. Non credo che interverremo sul mercato, valutiamo solo una cessione in prestito e Rog è tra i possibili partenti.

Sull'importanza della Coppa Italia:

“Si tratta di una competizione molto breve, dove basta cinque vittorie per portare il trofeo a casa. Se facciamo bene si può puntare ad arrivare fino in fondo. Non la sottovalutiamo, la squadra s'è preparata bene, fisicamente e mentalmente la squadra sta bene e siamo concentrati su questa competizione, la più vicina da raggiungere. Mi auguro che ci sia tanta gente allo stadio, puntiamo molto su questa competizione.”

Su Milik e la prima convocazione di Gaetano:

“Se Milik avesse giocato di più avrebbe sicuramente più gol, ma a noi non serve questo. La gestione è quella di un giocatore fuori per due anni. E' importante per noi e perciò lo trattiamo con riguardo per la lunga inattività. Ha reagito però molto bene e sta trovando sempre più convinzione e fiducia. Gaetano ha mostrato grandi qualità in ritiro a Dimaro e sta facendo molto bene in Primavera, la convocazione è un giusto premio.”

Sui margini di crescita di questo Napoli:

“Ci sono giocatori che possono fare di più. Sono pochi quelli che hanno mostrato il 100%, ma non faccio nomi. Insigne ha grandi margini di crescita, soprattutto sulla continuità, è un grande campione, ha fatto molto bene nella prima parte, meno nella seconda a livello realizzativo, ma ha dato il suo contributo. E' tornato molto motivato, si ripresenterà come all'inizio. E domani gioca. La società è destinata a crescere nel futuro, c'è tutto per poter migliorare. Quest'anno la campagna acquisti è stata incentrata su giovani come Meret, Fabian, Verdi, Younes destinati a crescere e con la loro crescita, ed alcuni aggiustamenti in estate, si può migliorare".

Dislike non mi piace
0
  • Commenti

0 Comments:

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.

Calciomercato

Le Opinioni

Serie A

Scroll to Top