L’Italia non batte i Pindari

Se qualcuno volesse interpretare Allegri (vincere é difficile, giocar bene è facile) questa vittoria dell’Italia, dovrebbe essere definita magnifica. Ma parlava della Juve. E, si sa, le regole valgono per tutti, tranne che per uno. Quindi applausi alla teoria “allegra” e via libera al pensiero unico che guarda solo da una parte. Ecco che i playoff raggiunti dalla Nazionale, i 23 punti, 2.3 a partita, i 21 gol fatti e tutto il resto fanno storcere il naso a taluni colleghi, i quali non fanno altro che inchinarsi a Conte nei loro giudizi e condannare Ventura, con quel pizzico di necessaria (per loro) untuosità.

Questa rinata congrega dei Pindari fa riferimento al predecessore del ct come se avesse portato l’Italia verso chissà quali luminosi traguardi. Potere del suo marketing. Conte, in realtà, ha partecipato agli Europei più scarsi della storia, facendosi  eliminare ai quarti. Come dire: l’Italia è tra l’ottava e quinta posizione in Europa. Un successo? Macché. Tuttavia i Pindari si ispirano a lui: quant’era bravo! Che vittorie!

È come se Conte ci avesse portato a Disneyland, ma fatto salire solo sull’altalena. Si sa, i laudatores sono  così: non cambiano idea, ma solo direzione dell’inchino.

Mica raccontano che il materiale umano è purtroppo mediocre e che i cosiddetti veterani, ormai sembrano  boss più che i leader di un gruppo.

E nemmeno a pensare che i nuovi Pindari spieghino il peccato originale; che è tutto in quell’intreccio di potere che si ciba dei diritti tv e poco o nulla spende per investimenti strutturali. Ebbene sì, i club italiani sono tra gli ultimi in classifica nella destinazione di risorse ai settori giovanili. Più facile portare in squadra uno straniero per qualche milione di euro, che impiegare un bel po’ di soldoni in infrastrutture per mettere su dei vivai veri e non farlocchi. Intanto, a play off raggiunti, i Pindari si muovono proni, in ordine sparso, verso la loro metà: la “disinformazio”. E fa nulla che in termini di risultati il cammino di quest’Italia sia stato quello atteso. 

Dislike non mi piace
0
  • Commenti

0 Comments:

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.

Calciomercato

Le Opinioni

Serie A

Scroll to Top