Agricola (di) nuovo medico della Juventus. La Gazzetta: "Nome ancora legato al processo Doping"

"A volte ritornano" dice il detto e mai più azzeccato poteva essere in questo caso. RIccardo Agricola, ex medico della Juventus dal 1985 fino al 2009, accusato di abuso di farmaci ad inizio degli anni 2000 proprio durante la sua lunga parentesi a Torino, sarà nuovamente un membro dello staff bianconero. Avrà l'incarico di nuovo direttore della struttura J Medical, la clinica privata creata dalla società di Agnelli con il Santa Clara Group, considerata un'eccellenza sanitaria e a pochi passi dallo Juventus Stadium. Un ritorno non proprio accolto benevolmente da tutti i tifosi, juventini e non, soprattutto perché il nome, come già scritto prima, è ancora legato al quantomai controverso processo per Doping che segna la fama del medico. Ecco nei dettagli come andò il processo: nel 2002 la condanna in primo grado a un anno e 10 mesi per presunta somministrazione di sostanze proibite ai giocatori, mentre l’allora a.d. Antonio Giraudo fu assolto. Nel 2005 il ribaltone in appello che assolse Agricola. Poi la prescrizione in Cassazione, con l’esclusione dell’uso di Epo. Nello specifico, la Suprema Corte annullò l’assoluzione in 2° grado e, a differenza dell’appello, configurò le accuse come violazioni della legge del 1989 sulla frode sportiva (all’epoca dei fatti non era in vigore la legge sul doping del 2000). Venne escluso quindi un appello-bis: il reato era comunque prescritto. 

Dislike non mi piace
0
  • Commenti

0 Comments:

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.

Calciomercato

Le Opinioni

Serie A

Scroll to Top